Sito NON Ufficiale

Questo sito è dedicato a tutti coloro che hanno/fanno parte del Reparto.
Il materiale contenuto è di propietà deglìi autori,
su Gentile concessione del Reparto o di pubblica utilità.

Comandanti

Elenco Comandanti che si sono susseguiti negli anni

Libreria

Libri che raccontano di Alpini Paracadutisti e Ranger

Archivio brevetti

Archivio Brevetti di Alpini Paracadutisti e Ranger

Articoli e Riviste

Articoli di varie Riviste che parlano Alpini Paracadutisti e Ranger

Memorial

... per non dimenticare

STORIA

Il 4° reggimento alpini paracadutisti trae origini storiche dall’omonimo reggimento alpini, costituito nel 1882, che aveva inquadrato gloriosi battaglioni fra i quali quello sicuramente più famoso il leggendario btg. alp. “M. Cervino”. Questo battaglione si forma nell’ inverno 1915 e partecipa al 1° conflitto mondiale. Soppresso al termine del primo conflitto mondiale, viene ricostituito come battaglione sciatori autonomo a seguito di specifiche direttive dello Stato Maggiore Esercito che aveva individuato l’ esigenza di formare in seno alla Scuola Centrale Militare di Alpinismo di AOSTA Unità speciali con compiti di ricognizione veloce su terreni impervi: il btg. Duca degli Abruzzi formato nel 1936 ed, appunto il btg. sciatori Monte Cervino nel dicembre 1940, quest’ ultimo inizialmente costituito da atleti del nucleo Pattuglie sci-veloci della stessa Scuola. Il btg. alp. “M.Cervino” viene immediatamente impiegato nel secondo conflitto mondiale e si scioglie al termine delle operazioni sul fronte greco-albanese per tornare in vita nell’ottobre del 1941. ..

ARRUOLAMENTO

I candidati al reparto vengono scelti attraverso un iter selettivo della durata di due settimane e formati attraverso un lungo ciclo addestrativo della durata di circa due anni. La selezione e il tirocinio iniziale vengono svolti insieme ai candidati dell’Esercito Italiano per il 9º Reggimento d’assalto paracadutisti “Col Moschin” e per il 185º Reggimento paracadutisti ricognizione acquisizione obiettivi “Folgore”. Se risultati idonei, tutti questi candidati (oltre a quelli del 17º Stormo incursori dell’Aeronautica militare) effettuano il corso OBOS (operatore basico per operazioni speciali) di base presso il RAFOS (reparto addestramento forze speciali) del “Col Moschin”, per poi proseguire la formazione specifica presso i propri reparti di destinazione e/o presso enti addestrativi specializzati nazionali e non …

COLLEGAMENTI

RASSEGNA STAMPA

MULTIMEDIA

Foto

Galleria fotografica

Video

Galleria video

Contatta il Webmaster.

[recaptcha]