Bologna, un Forrest Gump di 85 anni. Attraversa l’Italia a piedi

Bologna, un Forrest Gump di 85 anni. Attraversa l’Italia a piedi

Bologna, 13 luglio 2018 – Tom Hanks probabilmente morirebbe di invidia sapendo che in Italia c’è qualcuno che fa concorrenza al suo più grande personaggio, Forrest Gump. Altro che il fascino della celluloide, delle statuette degli Oscar o gli incassi milionari ai botteghini. Quella in cui si è ‘lanciato’ Alessandro Bellière è una sfida vera e propria: attraversare l’italia a piedi da Genova a Palermo, in un virtuale abbraccio lungo 4.245 chilometri divisi in 146 tappe, tra cui tutte le 20 province capoluogo di regione. Proprio questa mattina, nel Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, ha ricevuto dalle mani dell’assessore allo sport, Matteo Lepore il gagliardetto del Comune e la maglia dell’estate 2018, il giusto omaggio per la sua avventura (VIDEO).

Alessandro, che non è certo nuovo a questo tipo di imprese, ci racconta: “Quando avrò terminato questa quinta sfida, i chilometri percorso sul territorio italiano saranno oltre 20.000, in 601 tappe. Ogni volta dico che sarà l’ultima – e sorride – poi l’anno dopo ci ripenso, mi metto le scarpe e riparto”. Proprio come il suo alter ego cinematografico nei suoi viaggi non è quasi mai solo, lo seguono scolaresche, giovani, anziani e diversamente abili. “Quello che ci unisce – continua – è lo spirito di amicizia che la sana attività sportiva promuove, e naturalmente sempre all’insegna del mio motto: ‘volere è potere‘”.

Si, perché le primavere di Alessandro alla fine del viaggio (prevista per il 24 ottobre), saranno 85, eppure, a vederlo sembra un ‘giovanotto’: energia da vendere e tanta voglia di condividere il suo stile di vita salutare con tutti: “Il mio segreto sono le tante fidanzate che incontro quando cammino – dice scherzando, ma poi.. – il segreto è cambiarne una ogni due mesi, altrimenti non funziona”.
Fra i primi cinquanta Alpini paracadutisti, parmense di nascita, bolognese di adozione, Beliere è sempre stato uno sportivo, e negli anni ha praticato diverse discipline: dall’atletica leggera, alla marcia, partecipando a varie gare nazionali e internazionali. Ma i lanci nel vuoto gli sono rimasti nel cuore, e lui è rimasto nel cuore dell’Associazione nazionale Alpini paracadutisti, che questa mattina l’ha scortato a piedi dalla rotonda di viaMassarenti fino all’ingresso di Palazzo D’Accursio.
Si riparte domani di buon mattino, direzione Vado, dove, in occasione della festa cittadina, Alessandro scalerà il campanile, l’ennesimo esempio di una gioventù che non ha certo intenzione di fermarsi qui.

Alessandro Bellière con l'assessore Matteo Lepore

Alessandro Bellière con l’assessore Matteo Lepore

Leave a Reply

Your email address will not be published.

ARTICOLI RECENTI

ARCHIVIO ARTICOLI

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 229 iscritti.


Contatta il Webmaster.