IL TRICOLORE ITALIANO COMPIE 222 ANNI

Il 7 gennaio del 1797 è la data di nascita del Tricolore, da una idea del cittadino di Lugo di Romagna Giuseppe Compagnoni

Nel 1796 quando l’Armata di Napoleone Bonaparte comparve in Italia, lo stendardo francese a tre colori e simboleggiò la Rivoluzione trionfante. Di solito le bandiere erano a due colori. Nascevano i primi moti rivoluzionari contro l’Austria.A fine 1796 a Modena i delegati delle città di Modena, Reggio Emilia, Bologna e Ferrara si riunirono e formarono la Confederazione Cispadana da cui nacque , nel dicembre la Repubblica Cispadana.

Su proposta di Giuseppe Compagnoni venne messo nella premessa dall’atto che la repubblica Cispadana doveva essere una ed indivisibile, libera ed indipendente

Il 7 Gennaio 1797 apre la XIV^ Sessione alla presenza di 100 deputati. Giuseppe Compagnoni, propone provvedimenti che vengono tutti e subito approvati .

Nel verbale si legge:

“Sempre Compagnoni fa mozione che lo Stemma della Repubblica sia innalzato in tutti quei Luoghi, nei quali è solito, che si tenga lo Stemma della Sovranità. Decretato. Fa pure mozione, che si renda universale lo Stendardo, o Bandiera Cispadana di tre Colori Verde, Bianco, e Rosso, e che questi tre Colori si usino anche nella Coccarda Cispadana, la quale debba portarsi da tutti. Vien decretato. [Compagnoni ] Fà l’altra [ mozione ], che alla testa di tutti gli atti pubblici si ponga L’intestatura – Repubblica Cispadana una ed indivisibile -. Si decreta questo pure. Dietro ad altra mozione di Compagnoni dopo qualche discussione, si decreta che L’Era della Repubblica Cispadana incominci dal primo giorno di gennaio del corrente anno 1797, e che questo si chiami Anno I° della Repubblica Cispadana da segnarsi in tutti gli atti pubblici, aggiungendo, se si vuole, L’anno dell’Era volgare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *