CAMBIO ALLA GUIDA DEL 4° ALPIPAR

Nella suggestiva cornice del Teatro Romano a Verona, si è svolta oggi la cerimonia di passaggio di consegne del Comandante del 4° Reggimento alpini paracadutisti Ranger: il Colonnello Alessio Cavicchioli, dopo quasi tre anni di permanenza alla guida dell’unità di Forze Speciali dell’Esercito, ha passato il testimone al Tenente Colonnello Marco Manzone, per assumere un nuovo prestigioso incarico all’estero.
Presieduta dal Comandante delle Forze Speciali dell’Esercito (COMFOSE), Generale di Brigata Ivan Caruso, la cerimonia si è svolta alla presenza delle più importanti autorità civili e religiose della Provincia. Presenti anche i Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma ed il Gonfalone della città e della Provincia di Verona.
Particolarmente emozionante è stato il passaggio della Bandiera di Guerra del 4° reggimento, consegnata dal Colonnello Cavicchioli al nuovo Comandante, cui spetta il compito di custodirla nel proprio ufficio.
Nel suo intervento, il Generale Caruso ha ricordato la grande trasformazione che ha coinvolto il reparto durante i 3 anni sotto la guida del Colonnello Cavicchioli, prima fra tutti l’elevazione al rango di Forze Speciali del 4° reggimento alpini paracadutisti Ranger, e il profondo legame stretto con il territorio veronese, che offre grandi possibilità addestrative per varietà e qualità.
Dopo aver sottolineato come il passaggio di consegne tra due Comandanti sia un significativo momento di cambiamento nel segno della continuità degli impegni, il Comandante del COMFOSE ha voluto poi evidenziare come l’operato degli uomini e delle donne del 4° reggimento contribuisca a rendere l’Esercito Italiano una Forza Armata efficace ed efficiente in grado di operare nelle condizioni più disparate ed in risposta alle più articolate esigenze ponendosi come chiaro modello di professionalità tecnico-militare e di straordinaria operatività riscuotendo attestati di stima e riconoscenza in tutti i contesti ove chiamato ad operare.

1 commento su “CAMBIO ALLA GUIDA DEL 4° ALPIPAR”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *