Comandante 4° Reggimento Alpini Paracadutisti in visita al Terzo Stormo

Un incontro per rinnovare i rapporti di amicizia e gli intenti di collaborazione tra due realtà di rilievo delle Forze Armate.

giovedì 1° agosto 2019, il Colonnello Marco Manzone, neo Comandante del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger” di stanza a Verona, è stato ricevuto in visita dal Colonnello Francesco De
Simone, Comandante del 3° Stormo, per rinnovare i rapporti di amicizia e gli intenti di collaborazione tra due realtà di rilievo delle Forze Armate che operano sul territorio della provincia di Verona.

Il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger”

Il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger”, la cui Bandiera di Guerra può fregiarsi tra l’altro di due Medaglie d’Oro, nove d’Argento e una di Bronzo al Valor Militare e una d’Argento al Valor Civile, dipende dal Comando delle Forze Speciali dell’Esercito (COMFOSE) che ha sede proprio nel capoluogo scaligero. Il Reparto rappresenta un’eccezionale peculiarità in quanto unico dell’Esercito a possedere le capacità tipiche sia della specialità da montagna (alpini) sia di quelle delle aviotruppe (paracadutisti), con uno specifico addestramento del personale nella conduzione di operazioni in ambiente montano e artico.

La collaborazione tra i due reparti

La collaborazione tra i due Reparti ha avuto un momento estremamente significativo nel 2018 quando il 3° Stormo ha preso parte all’Esercitazione SABRE, organizzata dal 4° Reggimento, non solo come Host Nation, ma anche svolgendo un ruolo attivo mediante l’integrazione nel tessuto esercitativo della componente Forward Arming & Refuelling Point (FARP) e degli operatori qualificati Movement & Transportation (M&T) appartenenti al Nucleo Aviolancio dell’Air Terminal Operation Center (ATOC). L’addestramento congiunto ha rappresentato una preziosa occasione di arricchimento reciproco del personale e un importante test della capacità di interoperabilità tra Esercito e Aeronautica.

Terzo Stormo

Il 3° Stormo, che opera alle dipendenze del Servizio dei Supporti del Comando Logistico, si occupa principalmente di assicurare le capacità di “Sopravvivenza Operativa” e il “Sostegno Logistico” ai reparti e alle componenti mobili del sistema di Comando e Controllo proiettati a operare al di fuori delle proprie sedi stanziali. Assicura, inoltre, la proiezione di capacità logistiche aeroportuali, autonome, integrate e scalabili, dimensionate al supporto della Forza Integrata Nazionale, sia sul territorio nazionale sia fuori dai confini nazionali, tanto in operazioni militari quanto in esercitazioni, garantendo gli effetti necessari, al momento giusto e nel luogo richiesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *