AQABA: MUSEO MILITARE SOTTOMARINO

  • by

C’è un vero e proprio “Museo militare sottomarino” che si trova in Giordania al largo della costa di Aqaba, la cui realizzazione si è conclusa da poche settimane. E’ un parco voluto dalle autorità per incrementare il tourismo dei sub, sempre a caccia di fondali speciali da fotografare. Per inabissare i mezzi forniti dalle forze armate del Paese ci sono voluti sette giorni.

In tutto 19, i pezzi sono stati posizionati sui fondali fino a 28 metri di profondità, ma solo dopo aver rimosso i materiali pericolosi. Nello spazio espositivo sott’acqua, che in futuro accoglierà altri relitti, sono schierati dei carri armati di diverse dimensioni, un’ambulanza, una gru, un portapersone, dei cannoni antiaereo, un Hercules C-130 e alcuni elicotteri. «Il sito di immersione lanciato dall’“Aqaba Special Economic Zone Authority” (ASEZA) è stato progettato per integrarsi con la barriera corallina esistente», fanno sapere le autorità, che sottolineano di aver agito «nel pieno rispetto e nella totale sicurezza dell’ambiente interessato».

Obiettivo dell’intervento è quello di spostare gli appassionati verso siti alternativi. Oltre alla Giordania, ad aver seguito il trend del turismo subacqueo è il Bahrein, dove è stato affondato un Boeing 747 al largo del complesso di isole artificiali Diyar Al Muharraq. Stessa sorte, in Turchia, l’ha avuta un aereo di linea: adagiato sui fondali di fronte alla costa nord-occidentale, con la sua presenza, il relitto richiama appassionati di immersioni da ogni parte del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *