Durissimo il Colonnello Paglia su Pdl Veterani. Non è uno spot

La proposta di legge presentata sull’istituzione della figura del Veterano? “Ho letto il testo e sinceramente il disegno di legge, cosi’ come presentato, lascia molti dubbi e appare piu’ come uno spot elettorale per avvicinarsi al mondo della Difesa, evidentemente poco conosciuto cosi’ poco conosciuto e’ il senso per cui uomini e donne decidono di indossare l’Uniforme”.

Lo dice all’Agi il tenente colonnello Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare. “Si evince dal testo la volontà di valorizzare coloro che hanno servito il Paese stando nei Reparti Speciali per cinque anni, 10 nei Reparti normali, con tre missioni all’estero – spiega Paglia -. Praticamente questo vale per un’ampia parte degli appartenenti alle Forze Armate, esclude le Vittime del Terrorismo e menziona le Vittime del Dovere. A mio avviso non e’ cosi’ che si valorizza il Veterano, ma lo si fa cosi’ come sta facendo il Ministero della Difesa che ha istituito il Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa e il Centro Veterani.

Credo che le lacune, che sono all’interno di questa proposta, siano dovute proprio alla mancanza della cultura della difesa a cui la politica dovrebbe avvicinarsi. Da anni il Ministero la sta diffondendo, attraverso protocolli d’intesa siglati con il Miur, affinche’ nelle scuole si possa far conoscere il vero impiego ed impegno del soldato italiano che opera sia in territorio nazionale che internazionale, andando in missione di pace e non in guerra, vietato dalla costituzione ma menzionato invece nel testo.

Lo stesso Ministro Guerini ha intenzione di decretare la Giornata del Veterano per poi riempirla di contenuti. Insomma il Veterano nella sua eccezione etimiologica e cosi’ come considerato dalla Difesa e’ il personale che, nell’adempimento del proprio dovere nei piu’ diversi contesti addestrativi, abbia subito traumi fisici o pschici. E se vogliamo ricordare la storia romana il Veterano era colui che dopo anni di servizio lasciava la legione molto spesso avendo segni evidenti sul proprio corpo”, conclude Paglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *